sabato 29 agosto 2020

I dati informatici: l'infedeltà del dipendente

 

I dati informatici e l'infedeltà del dipendente.

Con la recente recente sentenza nr. 11959 la Cassazione Penale ha qualificato i dati informatici - files - come cose mobili ai sensi della Legge Penale.

La sentenza si è occupata del caso di un dipendente di una società tecnologica; costui aveva restituito il personal computer portatile assegnatogli dopo averne cancellato i dati informatici ed essersene impossessato a proprio vantaggio.

La Corte ha stabilito che: i dati informatici (files) sono qualificabili cose mobili ai sensi della legge penale e, pertanto, costituisce condotta di appropriazione indebita la sottrazione da un personal computer aziendale, affidato per motivi di lavoro, dei dati informatici ivi collocati, provvedendo successivamente alla cancellazione dei medesimi dati e alla restituzione del computer “formattato”.

 ... continua a leggere ...

lunedì 24 agosto 2020

Infedeltà del lavoratore dipendente

Investigatore privato a Roma: infedeltà del lavoratore dipendente.

La fiducia, ossia, per come definita dal vocabolario Traccani: atteggiamento, verso altri o verso sé stessi, che risulta da una valutazione positiva di fatti, circostanze, relazioni, per cui si confida nelle altrui o proprie possibilità, e che generalmente produce un sentimento di sicurezza e tranquillità, è alla base del sano rapporto tra datore e prestatore di lavoro.

 

... continua a leggere...

 

lunedì 17 agosto 2020

Truffa con cartellino: si all’uso delle videoregistrazioni

 

Investigatore privato Roma: truffa con cartellino si videoregistrazioni.

La Cassazione ha sancito la mancata concessione delle attenuanti generiche in caso di non illogicità della sentenza. Stz. 22500/2020 Seconda Sezione penale, 10 luglio 2020.

Il Tribunale di primo grado aveva condannato due imputati per i reati di cui agli artt. 110 e 640 §1 e 2 del c.p. I due, entrambi dipendenti di una Asl, si scambiavano il cartellino delle presenze al fine di simulare la presenza al lavoro.

 

... continua a leggere ...

 

 

 

domenica 16 agosto 2020

Antonio De Bonis - specialista privacy -

 

È il momento delle decisioni strategiche per il nostro futuro aziendale e professionale: DIGITALE vuol dire adeguare i processi gestionali di qualsiasi attività imprenditoriale o professionale, di grandi, medie o piccole dimensioni che sia.
 
Antonio De Bonis - specialista privacy.
Scrivimi: antonio@antoniodebonis.com
 
Pianificare - con il nostro ausilio - le politiche aziendali del tuo Sistema Gestione Privacy consente di fare il punto della situazione organizzativa, aziendale e professionale, per predisporsi al futuro digitale rendendo al contempo la nostra attività conforme alle normative in materia di gestione e protezione dei dati personali e delle informazioni che trattiamo secondo la normativa di settore europea e nazionale.
Fare impresa, essere un professionista o gestire un’associazione, comporta l’apertura di una partita i.v.a. che ci impone delle responsabilità di natura non solo fiscale, ma anche civile e penale. Ogni imprenditore, consapevole di tale gravame, sa che non può permettersi di trovarsi impreparato rispetto alle innovazioni imposte dal mercato delle merci dei prodotti e dei servizi.
In questo periodo di forte spinta innovativa le attività che riusciranno a superare l’attuale momento di difficoltà, e a traghettarsi nel futuro, saranno esclusivamente quelle capaci di investire in consulenza per sfruttare la digitalizzazione in corso del Sistema Paese Italia.
Alla base di tale epocale processo risiedono i dati personali e le informazioni aziendali che quotidianamente vengono acquisisti, trattati e gestiti, e che costituiscono il nostro patrimonio aziendale e professionale.
La protezione di questo patrimonio è decisiva per il successo di una qualsiasi partita i.v.a.; si tratti di una grande azienda, di uno studio associato di professionisti, di un commerciante o di un sito di e-commerce.
È il momento delle scelte epocali per tutti noi: o dentro o fuori questa è, più che mai in passato, la legge del mercato delle merci dei prodotti e dei servizi.
Il futuro benessere personale, delle nostre famiglie, e delle nostre attività, dipende dalla forza innovatrice delle nostre scelte di oggi.
È questo il momento giusto per verificare e ripensare - con in nostro ausilio - le nostre attività imprenditoriali e professionali.
Antonio De Bonis - specialista privacy.
Scrivimi: antonio@antoniodebonis.com

sabato 15 agosto 2020

Policy data retention e Privacy Sira investigazioni a Roma Investigatore privato

 

Policy data retention e violazione della Privacy.

La famosa catena alberghiera danese Arp-Hansen è stata condannata dal Garante danese per la privacy per aver archiviato per un tempo indefinito  i dati personali di almeno 500 mila ospiti delle proprie strutture ricettie. L’autorità danese ha accertato che la catena alberghiera avrebbe dovuto cancellare i dati dei clienti gia da molti anni.

A conclusione dell’istruttoria il garante danese per la tutela dei dati personali delle persone ha comminato una sanzione pari a 147 mila euro.

 

...continua a leggere...

Diritto all’oblio e indagini reputazionali

  Diritto all’oblio e indagini reputazionali investigatore privato a Roma . Nell’anno 2014 una sentenza della Corte di Giustizia dell’Union...