sabato 9 maggio 2020

Vecchi metodi e nuova veste: come sfruttare il social engineering ai nostri danni.


Vent'anni sono trascorsi dal primo attacco su vasta scala sfruttando il social engineering. Infatti il 5 maggio del 2000 milioni di utenti della rete ricevettero una mail dal titolo iloveyou che conteneva l'allegato love-letter-for-you-txt.vbs.

Aprendo l'allegato allettati dal titolo si scaricava, sfruttando un algoritmo difettoso di Microsoft, un worm nascosto nel testo che persisteva nei sistemi. I danni causati dal worm ammontarono a circa 5,5 miliardi di dollari.


... continua a leggere ...

 

Diritto all’oblio e indagini reputazionali

  Diritto all’oblio e indagini reputazionali investigatore privato a Roma . Nell’anno 2014 una sentenza della Corte di Giustizia dell’Union...