mercoledì 29 aprile 2020

Perché tutelare i nostri diritti partendo dalla privacy.

Diritto alla riservatezza della vita privata, la privacy, consapevoli della necessità di alimentare il relativo dibattito che, in buona sostanza, determinerà, lo si voglia o meno, la costruzione delle nuove dinamiche sociali e quindi della vita di ciascuno di noi.
Dibattere oggi della privacy è il pregiudiziale antefatto di qualsiasi altra discussione sui diritti della persona umana in quanto investe direttamente ed a fondo la sfera più intima e personale del singolo prim’ancora che riflettersi nella sua dimensione sociale.
La privacy, purtroppo, è ancora colpevolmente avvertita quale incombenza burocratica da parte delle imprese, e come qualcosa di imponderabile dal l’utente della rete internet, affetto da frenesia di fornire il proprio consenso, basta un click, a qualsiasi smart contract gli si somministri pur di accedere ai servizi online.

lunedì 27 aprile 2020

Aggiorniamo l’approccio mentale alla tutela della nostra privacy.

Urge un nuovo abito mentale, da parte dei singoli e delle imprese, nell'approccio nella gestione dei dati personali connessi alla privacy.
Il momento storico che tutti noi stiamo vivendo ci pone difronte alla necessità di ripensare e rimodulare il nostro domani. Siamo tutti, nell’immediato, legati allo sviluppo delle politiche di gestione di questa crisi; tuttavia è certo che dobbiamo, ora e non domani, elaborare le nostre linee guida per la pianificazione del nostro futuro, in ambito privato, sociale e soprattutto lavorativo.
Tra le altre considerazioni, una appare fondamentale nella costruzione dl futuro ed è strettamente connessa al rapporto tra la tecnologia ed i diritti fondamentali della persona umana.

sabato 25 aprile 2020

Business security: una spy story al vino rosso.

Il portato pratico della business security, come è chiaro ai professionisti del settore, si traduce in un valore di natura economica per qualsiasi azienda, commerciante o professionista, determinante per l’esistenza stessa dell’attività.
Le minacce alla sicurezza aziendale, come sappiamo, possono essere ricondotte ad una sfera materiale ed una immateriale che oggigiorno, in ragione dell’evoluzione tecnologica, convergono verso un’unica dimensione.

giovedì 23 aprile 2020

Sanifichiamo la nostra sicurezza con intelligence.

Sanifichiamo la nostra sicurezza, privata e d'impresa, con intelligence.
Questa pandemia rappresenta senza meno, e senza voler essere blasfemi, una Pasqua nel senso di una rinascita in qualcosa di nuovo ; e non è detto sia migliore del mondo che ci siamo lasciati alle spalle.
Senz’altro ha sancito il definitivo passaggio dal mondo analogico a quello tecnologico; da domani la tecnologia avrà preso definitivamente il sopravvento su qualsiasi altra forma di orientamento, gestione e controllo sociale.
Come questo cambio epocale influenzerà lo spirito dell’essere ”umani” dipenderà, comunque e per fortuna, ancora da ciascuno di noi.


lunedì 20 aprile 2020

Ecco perchè urge costruire una nuova architettura di sicurezza diffusa.

Continuiamo ad affrontare il tema della sicurezza personale ed aziendale nel prossimo futuro, già definito con una formula che, per inciso, non ci piace affatto della Nuova normalità.
Indubbiamente quello della sicurezza è un dibattito sempre aperto, ma che tuttavia, risentendo fortemente delle contingenze di cronaca, prima che storiche, vive di picchi e di cadute nell’interesse generale.


sabato 18 aprile 2020

L’intelligence territoriale, nuova frontiera della sicurezza sociale.

La Nuova Normalità, della quale si parla in questi giorni con riferimento al modo di vivere la crisi pandemica, non più in fase emergenziale, ma si spera comunque transitoria, si fonderà e sarà modellata dalla risposta sociale agli effetti economici della crisi grazie anche all'intelligence territoriale.
Il latente disagio sociale deve essere adeguatamente gestito, nel rispetto delle regole costituzionali, contemperando l’esigenza di difesa della salute con quella del benessere sociale.


venerdì 17 aprile 2020

Con la Nuova Normalità è imperativo mettere in sicurezza la nostra attività aziendale, imprenditoriale e professionale.

Lockdown: la nostra esterofila lessicale nasconde spesso la necessità di ammorbidire la portata degli eventi, per cui usare l’italiano ”confinare” è stato ritenuto sotto il profilo dell’informazione da evitare probabilmente per la chiarezza della portata.
Comunque la si dica, la crisi pandemica sta trascinando l’intero pianeta, con ovvie differenze, verso una Nuova Normalità. Ora questa nuova normalità è preceduta da una fase di transizione ed adattamento che stiamo vivendo e che si presenta estremamente importante, anzi  decisiva per il nostro futuro.
Analizzando il tema sotto il profilo che ci compete, quello della business security, e lasciando ad altri le speculazioni di natura filosofica e psicologica di altrettanta importanza, vanno rilevati ed evidenziati alcuni importanti aspetti.


mercoledì 15 aprile 2020

La security intelligence è decisiva per le attività aziendali nel mondo dei Big Data e post covid19.

L’evoluzione sociale in questo periodo ha subito una sensibile accelerazione connessa alla crisi pandemica da covid19; siamo in presenza di uno spartiacque epocale circa la futura gestione dei dati grezzi, o informazioni una volta che questi vengono trattati, analizzati e processati.
La società dei Big Data si è ristrutturata avendo nella giusta considerazione la possibilità e la capacità di gestione della smisurata mole di informazioni preservandone la sicurezza.

martedì 14 aprile 2020

Ecco perchè la pandemia da covid19 non deve segnare la fine della privacy.

Il 2020 anche iconograficamente è un numero che si presta ad essere ricordato; e lo sarà senza dubbi per due motivi strettamente connessi: la pandemia e la costruzione di un nuovo sistema di valori e priorità.
Alla fine della Seconda Guerra Mondiale, con il suo portato devastante ed un retaggio di assolutismi, il nuovo ordine, soprattutto che ne scaturì, soprattuto ad occidente, trovava nei diritti e libertà fondamentali dell’uomo la propria essenza e ragion d’essere ed amalgama giuridica.

sabato 11 aprile 2020

Ecco perchè i dati personali e la privacy del singolo essere umano sono in pericolo.

Se è vero, come certo non può negarsi, che l’intero pianeta, nessun Paese sovrano escluso, deve affrontare una guerra dai contorni indefinibili e facilmente categorizzabili, è altrettanto vero che ad emergere con forza è la necessità di preservare, oltre all’incolumità fisica delle persone, come avveniva per le guerre passate, anche i dati personali riconducibili a ciascun individuo.
Fino ad oggi abbiamo consegnato spontaneamente, molto spesso anche inconsapevolmente, i nostri dati personali, per i motivi più disparati, alle grandi organizzazioni internazionali di natura privatistica tralasciando ogni riflessione sul valore reale dei nostri personali.


venerdì 10 aprile 2020

Le mafie approfittano della pandemia da covi19 per riguadagnare soldi, potere e territorio.

Le politiche economiche di contenimento della spesa pubblica, sebbene virtuose nelle intenzioni, hanno generato degli evidenti squilibri in termini di protezione di valori essenziali non quantificabili in termini di bilancio.
Le difficoltà del sistema sanitario nella gestione dell’emergenza connessa all’attuale pandemia mettono in evidenza le errate valutazioni circa la necessità di non preservare alcuni presidi sanitari indipendentemente dal costo relativo.

giovedì 9 aprile 2020

Perché non si è mai al sicuro contro i data breach e come mitigarne i danni.

Abbiamo già affrontato il tema dello smart working, o telelavoro, e delle conseguenti minacce per la sicurezza informatica dei dati trattati digitalmente, sia dal privato, che in ambito aziendale, che dalle pubbliche amministrazioni e relativi dipendenti.
Come sappiamo la pandemia covid-19 ha generato e forzato la necessità di ricorrere alla remotizzazione del lavoro aprendo le porte ad una sua diversa concezione ed organizzazione; che in passato era già emersa ma non aveva avuto quella spinta che oggi invece è ineluttabile.


lunedì 6 aprile 2020

contrastiamo il revenge porn.

L’incapacità di gestire un rapporto relazionale entro i canoni del buon senso sfocia, in alcuni casi, purtroppo in numero crescente, in forme perverse di vendetta assumendo la connotazione di revenge porn.

La fine di una relazione crea naturali squilibri psicologici che di norma rientrano in quelle che chiamiamo semplicemente esperienze di vita. Purtroppo in alcuni casi questa esperienza traumatica viene metabolizzata in forme devianti assumendo caratteri di vera e propria violenza contro la persona.


domenica 5 aprile 2020

Difendersi dallo stalking si può.

Non si arrende difronte ai provvedimenti dell’autorità e continua nella sua condotta assillante seguendo ed ossessionando una donna, di Porto San Giorgio (FM). La vittima non ce la faceva più a sopportare il suo stalker che la seguiva a casa e al negozio, stazionando nei pressi, ma comunque bene in vista, senza fare nulla. La donna, inoltre, era terrorizzata dalle continue telefonate dell’uomo al quale era sicura di non aver dato il proprio numero di telefono cellulare. Esasperata dalla situazione si è infine rivolta alle forze di polizia che hanno denunciato l’uomo per stalking.

sabato 4 aprile 2020

Impariamo dalle mafie la gestione reputazionale.

Le indagini reputazionali rivestono una grande importanza per la solidità aziendale, per i professionisti, ed in genere, anche se forse ormai non ce ne rendiamo conto, anche per le persone comuni.
Un tempo la reputazione di una persona veniva assunta quale valore assoluto che spesso si sovrapponeva a quello dell’onore. Reputazione ed onore personale erano considerati di primaria importanza ed evidenziavano il ruolo e la posizione personale nell’ambito della società.


venerdì 3 aprile 2020

Come e da chi difendersi nell’era dell’insicurezza digitale.

La sicurezza individuale e collettiva è da sempre legata all’elemento fisico della minaccia; le guerre, o le aggressioni, hanno sempre avuto a che fare con la fisicità della minaccia. Il Ventunesimo secolo è senz’altro connotato dalle minacce intangibili che viaggiano in codice binario nell’incorporeo etere.
Il mondo cibernetico, risultato di un misto di virtualità e fisicità che coinvolge l’ingegneria, la matematica, ma anche la biologia e le scienze umane, trova la sua espressione massima in una realtà con la quale è necessario imparare a confrontarsi per limitare i potenziali danni derivanti da un superficiale approccio e rapporto.

giovedì 2 aprile 2020

L’intelligence privata al servizio del sistema Paese.

L’analisi informativa quotidiana delinea uno scenario proiettato verso la fine della fase meramente emergenziale, anticipando i segnali del passaggio alla fase transitoria propedeutica all’uscita dall’incubo covid-19.
Ad oggi non è emersa alcuna concreta azione finalizzata alla tutela economica delle strutture produttive del Paese che dovranno, per diverse ragioni, organizzarsi per affrontare la mutata situazione sociale ed economica che attende tutti noi da qui a breve.

mercoledì 1 aprile 2020

Controlliamo il comportamento dei nostri ragazzi. Operazione Gargamella: torture ed abusi sui minori.

Operazione Gargamella, dal nome del personaggio dei cartoni animati e fumetti dei Puffi creati da Peyo, è l’ultima operazione internazionale di polizia che ha preso di mira, colpito e disarticolato, una rete criminale dedita allo sfruttamento di minori attraverso la produzione e vendita di immagini e video a sfondo sessuale minorile.
L’attenzione della SIRA investigazioni di Roma sul tema è finalizzata alla tutela dei clienti in questo campo criminale estremamente sensibile per la serenità familiare.

Criminalità e privacy

Criminalità e privacy: operazione INCOGNITO. I Carabinieri di Verbania hanno arrestato una decina di persone dedite al furto e impiego fra...