domenica 16 dicembre 2018

La corruzione oggi non è più cingia di trasmissione dell'economia come avveniva nella Prima Repubblica.


Approfitto molto volentieri dell'articolo pubblicato oggi 12 dicembre 2018 dal Fatto Quotidiano dal titolo Eni Nigeria, l’ex console italiano: “Lì e in tutta l’Africa non si lavora se non si unge”  per affontare un tema da sempre oggetto di una profonda e becera ipocrisia ovvero il dato oggettivo ed incontrovertibile che le tangenti nelle transazioni contrattuali internanzionali si pagano da sempre e le pagano tutti senza esclusione alcuna, nel pubblico e nel privato, a livello nazionale, internazionale e transnazionale.

I partiti della Prima Repubblica lo sapevano ed avevano organizzato un sistema di gestione di questi affari che non escludeva nessuno dal tavolo spartitorio. Questo a me e quello a te. Quantomeno si dovrà ammettere che, al netto della deprecabile sottostante corruzione, si trattava evidentemente di favorire l'attività di esportazione delle aziende nostrane; cosa che banalmente accade, come dimostra l'articolo del FQ ancora oggi. 

Qualche dubbio in più, lo possiamo concedere, invece si deve sollevare, ed è questa la ragione di fondo che sostiene una politica di low profile da parte di tutti gli attori coinvolti su questo tema, allorchè si tratta, al contrario, di prendere tangenti per favorire l'ingresso in Italia di prodotti o servizi esteri.

Anche in questo senso la Prima Repubblica aveva organizzato un sistema perfettamente in asse con il peso politico di ciascun partito e quindi il tutto si reggeva con qualche fisiologico scandalo frutto di gelosie e ritorsioni per non essere stati ammessi al banchetto o semplicemente perchè non soddisfatti del trattamento accordta.

Senza voler parlare delle tangenti prese dai gerarchi fasciti, e dallo stesso entourage familiare del duce, per la concessione della rete di distribusione dei carburanti in Italia a favore delle major angloamericane, senza voler neanche elencare tutti gli scandali connessi in tempi repubblicani alle tangenti pagate ai politici dai petrolieri nostrani in cambio di leggi fiscali di favore, senza voler neanche accennare al famoso scandalo Lookeed e alla relativa tangente pagata, come accertarano i tribunali statunitensi al politico italiano che rispondeva allo pseudonimo di Antelope Cobbler (non si è mai saputo chi questi fosse tra Giovanni Leone, Giulio Andreotti o Aldo Moro) per l'acquisito di arei militari, senza voler parlare della tangente Eni-Petromin che coinvolse gli arabi, senza volerne parlare è tuttavia chiaro che se vuoi vendere un prodotto oppure un servizio di una certa rilevanza in termini economici devi ungere. E devi ungere tanti e tanto, quanto più grande è l'affare.

Oggi solomanete un ingenuo può anche solo pensare che le cose siano cambiate; il meccanismo è questo e non si può cambiare perchè funziana alla perfezione.

Infine, ma secondo voi la decolonizzazione del ventesimo secolo com'è stata gestita? Ma chi avrebbe mai rinuniciato agli introiti che derivavano dallo sfruttamento delle colonie? E' bastato inserire un intermediario politico locale che grazie alle tangenti manteneva il potere ed assicurava nlel contempo le transazioni commerciali estere con i migliori pagatori (di tangenti).

In ultima analisi, punterei la riflessione sulla vera ragione per la quale bisogna interessarsi a queste dinamiche corruttive e che è la seguente: se noi ammettiamo che le tangenti le si pagano per entrare in un mercato: ad esempio Telecom in Brasile primi anni 2000, se non ricordo male, o anche Eni in Nigeria, secondo l'articolo del FQ, allora bisogna anche ammettere che i responsabili delle grandi politiche energetiche ed industriali del nostro Paese non possono resistere a questa pressione. 

Tuttavia una certezza oramai acquisita va tenuta nella massima considerazione: oggigiorno, a differenza del vecchio mondo pre globalizzazione, la politica conto molto poco e controlla ancora meno le grandi strutture economico-industriali del Paese mentre il settore privato ha preso il sopravvento sul pubblico e quindi vi chiedo a favore di chi oggi si pagano e si prendono tangenti?


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...