venerdì 22 agosto 2014



Un anno. Tanto è il tempo impiegato per arrivare ad oggi continuando e perseverando caparbiamente nella ricerca dei migliori argomenti per comunicare quanto la criminalità organizzata, in ogni sua manifestazione, apporti nocumento alla società.
Innanzi tutto certa è la soddisfazione per i risultati raggiunti, buon viatico per i futuri sforzi in questo progetto. I riconoscimenti, a livello internazionale e nazionale, provenienti dal mondo accademico, da quello dei pratictioners, dal mondo dell’informazione, dell’editoria, e dei naturali destinatari di questi sforzi, i cittadini, non mi lusingano ma piuttosto mi costringono ad un maggiore impegno. Il primo passo è stato fatto nella giusta direzione e su questo cammino continueremo.
Le linee generali d’interesse continueranno a prevedere l’analisi dell’evoluzione delle diverse manifestazioni criminali nazionali ed internazionali, i fenomeni che esse generano e i risvolti geopolitici che determinano. Maggiore sforzo sarà profuso nel tentativo di far comprendere quanta ipocrisia si nasconda nell’approccio a questi fenomeni da parte dei diversi attori coinvolti a tutti i livelli spinti sempre da interessi di parte. Il tema fondamentale per l’anno a venire riguarderà la Corruzione ossia il primo dei mali da sconfiggere per contenere la criminalità organizzata. Contemporaneamente, anche in ragione dei recenti sviluppi geopolitici internazionali, approfondiremo il tema cardine della nostra attività ovvero l’analisi degli effetti geopolitici generati dalla criminalità organizzata nel mondo globalizzato.
Grazie