lunedì 26 agosto 2013

EL PROJECTO

L'espansione della Famiglia Michoacana e dei Cavalieri Templari in California






Come avveniva una volta per gli Stati nazionali, che avevano la necessità imprescindibile di conquistare sempre maggiore spazio vitale per dare ossigeno alle proprie economie, anche le organizzazioni criminali, basate anch'esse sui medesimi principi economici e di mercato e che in fondo si sostanziano solo nell'accrescimento di aree commerciali in cui operare, sono alla continua ricerca di mercati da occupare. 

E cosi va a finire che La Familia Michoacana, da cui sono nati da una scissione cruenta dai Cavalieri Templari, oggi é associata con questi al fine di conquistare l'appetibile mercato americano partendo delle città californiane di San Diego e Los Angels in cui smerciare le anfetamine di cui i Cavalieri Templari sono ancora il maggior produttore messicano.

Ovviamente quello delle due citta statunitensi é un mercato che ha già un suo -padrone- ovvero la così detta Mafia messicana che controlla le diverse clicas (bande) che operano direttamente sul territorio americano e quindi é con questa che bisogna stringere un negocio che deve essere necessariamente più favorevole di quello che la Mafia messicana ha già in corso con la Federazione di Sinaloa. E qui nascono i conflitti tra organizzazioni criminali poiché nessuno rinuncia senza lottare a porzioni di territorio in cui smerciare quintali di anfetamine. Dal canto loro i Cavalieri Templari, che come detto sono tuttora i principali produttori di droghe sintetiche non possono rallentare la produzione né accumulare scorte improduttive né fare i saldi di fine stagione per evitare di far diminuire il prezzo. 

Gli agenti americani della Drug Enforcement Agency, la D.E.A., hanno recentemente scoperto l'attvità di un'organizzione locale che agiva nell'ambito di questo accordo ponendo in luce i contorni che rispecchiano in sostanza la penetrazione dei Cavalieri Templari e della La Familia Michoacana in San Diego e Los Angeles. Al di la dei risultati investigativi già acquisiti gli agenti americani sono alla ricerca di ulteriori prove finalizzate all'individuazione dei rapporti degli arrestati con i capi messicani dei Cavalieri Templari, in particolare con il leader Servando Gómez Martínez, detto La Tuta.

Anche da questo racconto emerge quanto semplice sia nelle dinamiche l'evoluzione di una organizzazione criminale: hai un prodotto da commercializzare e devi trovare un mercato con ogni mezzo. Va detto, ad onor del vero, che  senz alcuno scrupolo si opera anche nel mercato legale in cui spesso i più bravi sono coloro che le regole le aggirano a differenza della criminalità che semplicemente le ignora.