mercoledì 3 aprile 2013

Una nuova Narco realtà in Messico.



Ho finora parlato della guerra droga e mafia tra i diversi cartelli che operano in Messico, le origini e gli effetti che questa guerra produce sulla società messicana. È giunto il momento di dire che una nuova realtà è emersa chiara infatti i cartelli oggi sono più frammentati ma anche decisamente più strutturati, in buona salute e coinvolti in una pletora di crimini diversi, come sequestri, estorsioni, contrabbando di persone ed il furto del petrolio controllato dall’azienda pubblica statale messicana rendendo evidente a tutti che sono oramai in pieno controllo dei rispettivi territori di riferimento le Plazas.
Questa situazione di fatto dimostra che la minaccia alla convivenza civile oggi è anche di insurgency e mina le fondamenta del potere statale in Messico.
La domanda che si pone allora è come lo reagirà lo Stato, se lo farà, a questa prova? Minimizzando il problema, affrontandolo militarmente o cercando un accordo con la criminalità organizzata? 
Sono convinto che ancora una volta anche ed anche in quest'occasione lo Stato non farà altro che accordarsi con la queste organizzazioni che hanno pienamente assunto il carattere di mafiosità.