mercoledì 27 marzo 2013

Europol: Valutazione della minaccia da parte delle Organizzazioni Criminali.



L'Agenzia dell'Unione europea Europol ha recentemente pubblicato il suo rapporto annuale circa la minaccia rappresentata dalla criminalità organizzata con l'obiettivo di facilitare la strada alle autorità politiche europee nella scelta delle politiche per il contrasto alle forme più gravi di criminalità organizzata.
Il dato che mi preme sottolineare su questa valutazione è che la maggior parte delle valutazioni espresse sono già evidenti da molto da tempo. Europol solo oggi, ma finalmente, certifica il fatto che la crisi economica in atto sta  modificando la struttura delle maggiori forme di criminalità organizzata (i cui effetti più importanti sono già da tempo cristallizzati). Questi gruppi criminali so già divenuti più flessibili, multinazionali nella composizione dei propri membri, orientati alla realizzazione di simultanei reati con approccio imprenditoriale tesi a sfruttare le nuove forme di trasporti, le diaspore di intere comunità, nuovi hotspot logistici, le strutture legali e le nuove tecnologie d’informazione e comunicazione.
Quindi, meglio tardi che mai, naturalmente, ma non è sufficiente per combattere questa minaccia quotidiana, sia per la gente comune che per le prerogative di ogni singolo Stato.