sabato 30 marzo 2013

Economy growth and geopolitical future of Mexico.



In the very near future Mexico will be the seventh economy of the world.
What Mexico did was in the late 1980s and early 1990s produce an economic shift towards an open economy which has in NAFTA agreement is apex. Since then and thanking also to an average of 25 years of his population Mexico has created a manufacturing sector which represent his economic added value. In the first, on the border shared with America, developed the maquilas characterized by low-wage labor, but nowadays is a concrete reality a new standard od manufactures that produce a more valuable products attracting with the correct policy many foreign investors. This            shift is clearly evident in the State of Bajio on the center of Mexico far away from the troubled  northern border still affected by the turf war for drugs. What is going to happen is a probable truce between the central State in the south and the cartels  on the north leaving them to operate in an area geographically far away from the core of Mexican legal economy. It imply that this pax mafiosa will call for a more specific involvement of the U.S.A. in the foreign policy towards Mexico. Soon or later, but clearly sooner than desirable by the American side, one third of American will be Hispanic shaping a new way of life in the north America. Considering all that is still possible put attention on the middle east underestimating what is happening on the backyard?       


Nel prossimo futuro il  Mexico è destinato a divenire la settima economia mondiale.
Quello il Messico ha realizzato alla fine del 1980 e all'inizio del 1990 è stato uno spostamento verso un'economia aperta di mercato grazie anche all’accordo commerciale in ambito NAFTA. Da allora, e ringraziando anche una media di 25 anni della sua popolazione il Messico ha creato un settore manifatturiero che rappresenta il suo valore economico aggiunto. In un  primo tempo ha realizzato, al confine nord condiviso con l'America, le manifatture maquilas caratterizzate da un lavoro a basso costo e salario. Oggi  ha invece sviluppato un nuovo standard di fabbrica manifatturiera che realizza  prodotti di alta qualità tanto da aver attratto numerosi investitori esteri. Questo cambiamento è evidente, in particolare, nello Stato di Bajio al centro del Messico lontano dal confine settentrionale travagliato ancora dalla guerra per il territorio ed il controllo dei flussi di sostanze stupefacenti. In tale ambito è  stata raggiunta una tregua tra lo Stato centrale a sud e cartelli sul nord lasciando loro la possibilità di operare in una zona geograficamente lontano dal core dell’economia messicana. Questa pax mafiosa richiederà per forza di cose un coinvolgimento più specifico degli Stati Uniti nella politica estera verso il Messico. Molto presto e prima di quanto auspicabile da parte americana, un terzo della popolazione americana sarà ispanica plasmando un nuovo stile di vita nell’America del nord.
Considerando tutto ciò l’America può ancora permettersi di mettere attenzione sul Medio Oriente, o comunque in aree lontane sottovalutando quello che accade nel cortile di casa?

venerdì 29 marzo 2013

El Salvador: a truce between Organized crime groups and state’s authorities is it a necessary evil?



As we are aware about, in many countries all around the world the Mafia-type criminal organizations are in very good health at the point that  are capable to influence directly the government’s  policies.
This situation sometime is not solved quietly with common satisfaction for both the actors involved. Often it happens that to seek money organized crime groups have to fight each other to establish power on a specific area. In this way usually starts the turf war that ended with a violence escalation to detriment of security of the social community.
To end this state of the art the government’s  authorities -quite always- seek with the OCG a dialogue to obtain the end of this uncomfortable and affordable situation for the populace.
And that is the point. Is it a necessary evil seek a truce with criminals? A politician will answer publicly No but privately Yes this is what happens normally as our experience suggest. But what we have to consider is the fact that the politician pass the damage for society not at all. Ones this kind of agreement is settled the OCG will take advantage of it for the time on and it will be very difficult for the government to came back.
One very little result can be achieved in the short term but with time the power of blackmail in the hand of OCG will for sure erode the fundament of pacific  cohabitation.     
   

El Salvador: una tregua tra le organizzazioni criminali e le autorità di uno Stato è un male necessario?


Una tregua tra le organizzazioni criminali e le autorità di uno Stato è un male necessario?
Siamo consapevoli che in molti Paesi in tutto il mondo, le organizzazioni criminali di tipo mafioso godono di ottima salute al punto di essere in grado di influenzare direttamente le politiche di governo.
Questa situazione spesso non si risolve tranquillamente con soddisfazione per entrambi gli attori coinvolti. Spesso accade che le organizzazioni criminali devono lottare tra loro per stabilire il potere su una determinata area. In questo modo di solito inizia la guerra per il territorio che si evolve in una escalation di violenza a scapito della sicurezza della comunità sociale.
Per porre fine a questo stato di cose le autorità governative intraprendono un dialogo con le stesse per ottenere la fine di questa situazione a beneficio della tranquillità sociale.
E questo è il punto. E 'un male necessario cercare una tregua con i criminali? Un politico risponderà pubblicamente No ma in privato certamente Sì; questo è ciò che normalmente accade come la nostra esperienza suggerisce. Tuttavia, ciò che dobbiamo considerare è il fatto che il politico passa mentre il danno per la società permane. Questo tipo di accordo sarà senz’altro sfruttato nel tempo e sarà molto difficile per il governo tornare indietro.
Un risultato effimero nel breve termine che consegna alla criminalità organizzata un potere di ricatto che erodere il fondamento della convivenza pacifica.

mercoledì 27 marzo 2013

Europol Serious Organized Crime Threat Assessment report



The European Union Agency Europol has recently issued its annual based Report on Serious Organized Crime Threat having the goal of pave the way for European political authorities to approach on a better way the threat posed by organized crime.
What is of value to point out about this assessment is that some of disarming evidence from long time has been finally certificate i.e. the fact that the ongoing economic crisis are shaping (the most important effects are already crystallized) in a new way the Serious Organized Crime groups. They are become more flexible more, multinational in their members, operating in a network-style basis, poly-crime oriented on an entrepreneurial approach exploiting new crime enablers such as transportation, diaspora communities, logistical hotspot, legal business structures and new information and communication technologies.      
So better late than never of course but it is not sufficient to fight this kind of menace that pose a daily threat both for ordinary people and the prerogatives of the States.   

Europol: Valutazione della minaccia da parte delle Organizzazioni Criminali.



L'Agenzia dell'Unione europea Europol ha recentemente pubblicato il suo rapporto annuale circa la minaccia rappresentata dalla criminalità organizzata con l'obiettivo di facilitare la strada alle autorità politiche europee nella scelta delle politiche per il contrasto alle forme più gravi di criminalità organizzata.
Il dato che mi preme sottolineare su questa valutazione è che la maggior parte delle valutazioni espresse sono già evidenti da molto da tempo. Europol solo oggi, ma finalmente, certifica il fatto che la crisi economica in atto sta  modificando la struttura delle maggiori forme di criminalità organizzata (i cui effetti più importanti sono già da tempo cristallizzati). Questi gruppi criminali so già divenuti più flessibili, multinazionali nella composizione dei propri membri, orientati alla realizzazione di simultanei reati con approccio imprenditoriale tesi a sfruttare le nuove forme di trasporti, le diaspore di intere comunità, nuovi hotspot logistici, le strutture legali e le nuove tecnologie d’informazione e comunicazione.
Quindi, meglio tardi che mai, naturalmente, ma non è sufficiente per combattere questa minaccia quotidiana, sia per la gente comune che per le prerogative di ogni singolo Stato.

martedì 26 marzo 2013

Mexico and his future with mafya type organization and growing middle class



According to Latinobarometro over 40% of mexican citizens say they or their family has experienced a crime last year. Is it not possible for a growing economic democracy to afford such a level of criminal in his territory. 
Today Mexico is an economy on the move towards the future with great expectations thanking the still ongoing process of modernization of his internal structure. The economy once based on the strict control of the ruling party the Institutional Revolutionary Party focused on maintaining an inward-looking and oil-dominated economy since a decade has changed to benefit a more open minded economy policies that have triggered the manufacturing sector the exportations and also a growing new middle class. The major market of destination is the U.S. strictly connected south with Mexico. The President Obama has also promised a new legislation on immigration but he will face a strong anti-immigrant wing within the Republican Party and a not so good economic recovery.
What is for sure is that both sides are more focused on curb the violence on the mexican cities than eradicate the drug traffiking as promised in the past. So one more time in one more country the State has surrendered to the Organized Crime. 

Il Messico ed il futuro tra mafia e classe media


Il Messico ed il futuro.
Secondo il Latinobarometro oltre il 40% dei cittadini messicani dicono di essere stati vittime di un crimine nello scorso anno. Non è ovviamente  possibile che una democrazia in crescita economica possa permettersi un tale livello di criminalità diffusa nel proprio territorio.
Oggi il Messico è un'economia in rapido movimento verso il futuro con grandi aspettative grazie al processo ancora in corso di modernizzazione delle proprie strutture amministrative. L'economia, un tempo basata sul controllo egemone del Partito Rivoluzionario Istituzionale, era focalizzata sul mantenimento di un'economia ripiegata su se stessa che si sosteneva con lo sfruttamento delle risorse petrolifere. 
Da circa un decennio sono state introdotte nuove politiche, caratterizzate da una mentalità economia aperta al mercato esterno grazie anche agli accordi commerciali con i Paesi aderenti al NAFTA, hanno determinato lo sviluppo del settore manifatturiero e terziario che hanno generato un vitale mercato import-export e la nascita di una nuova e corposa classe media. Il principale mercato di destinazione resta quello degli Stati Uniti sempre più collegato con il Messico. 
Il presidente Obama ha anche promesso una nuova legislazione in materia di immigrazione, ma dovrà affrontare una forte opposizione dell’ala più conservatrice del Partito Repubblicano e una ripresa economica non così propizia a questo genere di politiche. 
Quello che è certo è che entrambe le parti sono più concentrati sulla frenare la violenza sulle città messicane di sradicare il traffico di droga come promesso in passato essendosi palesemente arrese alla consapevolezza che la criminalità organizzata di tipo mafiosa con può essere eradicata ma tutt'al più tollerata.

sabato 23 marzo 2013

The new Mexican self-defense vigilantes


We are accustomed to quietly turn to Police even when we only perceive a threat to us or our families and friends. Nothing could be more obvious to our social community, in Latin America it certainly is not so.
In Mexico instead causing others serious problems for the safety of persons are proliferating with alarming rapidity vigilante self-defence groups claiming the right to defend their communities. The situation then, to date, is that in the ground are acting the State local police and the armed forces formally in charge of the fight against drug traffickers, the drugs cartels with their own criminal armed forces and the last arrived, these new avengers . To complicate the scenario of security for the common man is the corruption that plagues all state forces become unreliable and so justifying the spontaneous emergence of these organizations to self-defense that are also becoming corrupted by the cartels.
The only objective fact is that in Mexico, but it can be argued in much of Latin America, the States do not exercise sovereign power assuring the safety of their communities paving the way for these forms of organized crime the very true holders of the power to control the territory.

I nuovi squadroni della morte in Messico


Noi siamo tranquillamente abituati a rivolgerci alle forze di Polizia allorché siamo o finanche solo percepiamo una minaccia per noi o per i nostri familiari e conoscenti. Niente di più ovvio per la nostra comunità sociale; in America Latina quest’ovvietà lo è certamente meno.
In Messico, come se non fossero già sufficienti i gravissimi problemi per la sicurezza delle persone, stanno proliferando con preoccupante rapidità gruppi di vigilantes che rivendicano il diritto di difendere la propria comunità. La situazione quindi, ad oggi, è che sul campo agiscono per lo Stato la polizia locale e le forze armate impegnandosi formalmente nella lotta ai narcos, i cartelli di trafficanti di sostanze stupefacenti con le loro forze armate criminali e, ultimi giunti, questi nuovi vendicatori. A complicare lo scenario della sicurezza per l’uomo comune è la corruzione che affligge tutti le forze statali  divenute inaffidabili giustificando la nascita spontanea di queste organizzazioni di autodifesa che tuttavia sono anch’esse corrotte dai cartelli divenendone una ulteriore falange armata.
L’unico dato oggettivo di fatto è che in Messico, ma si può asserire in gran parte dell’America Latina, gli Stati non esercitano il potere sovrano di assicurazione della sicurezza delle rispettive comunità spianando la strada a queste forme di criminalità organizzata vere detentrici del potere di controllo del territorio.

martedì 19 marzo 2013

Le gangs latino americane sono tra noi


La Polizia di Stato italiana ha arrestato 75 giovani, maschi e femmine, membri di diverse bande latino-americane che operano nel nord del Paese. Questa è la prima volta che vengono accertati i legami tra diverse pandillas coinvolte nel traffico di droga dal Messico, El Salvador, Spagna e Italia.
I ragazzi  delle gangs latino-americane operano in Italia dall'inizio del 2000 in particolare a Milano, mantenendo un basso profilo e commettendo reati minori ponendo le basi per un business più redditizio come il traffico di sostanze stupefacenti. L'operazione odierna mostra che questo stadio della loro evoluzione criminale è stato già raggiunto.

The evolution of latino gangs in Italy


Italian Polizia di Stato arrested 75 young members, male and female, of latino-american gangs operating in the north of the country. This is the first time that evidences have proved the links between different pandillas involved in the drug traffiking from Mexico, El Salvador, Spain and then Italy.
The latino-american gangs are operating in Italy since early 2000 in Milan keeping a low profile and committing minor crime till now to put the bases for a more lucrative business such as drug traffiking. The operation ended successfully today show that this point has been already reached.

La tregua in pericolo tra MS-13 e Barrio-18


In El Salvador la tregua concordata con il sostegno del governo è in serio pericolo di tenuta. Recentemente secondo una dichiarazione ufficiale della locale Polizia si rileva un forte incremento delle estorsioni in molte "zone franche" in diverse città del Paese mettendo in dubbio i prossimi passi verso una tregua stabile e definitiva, per quanto possibile, tra i membri delle gang MS-13 e Barrio-18. Citando il Ministro della Giustizia e Sicurezza David Munguia Payes "Le bande hanno fatto sapere che non hanno intenzione di smettere con le estorsioni perché è così che si guadagnano da vivere, almeno fino a quando non hanno un modo alternativo di fare soldi" E’ vero che la prima fase di tregua banda di El Salvador è stato in un certo senso un successo vista la diminuzione del numero complessivo di omicidi di oltre il 40 per cento. Quella che ora manca è una risposta concreta da parte del governo salvadoregno in termini di opportunità di lavoro per i membri delle bande.

antonio

The truce is in serious peril between MS-13 and Barrio-18

In El Salvador the truce agreed with the support of the government is peril. Recently according to police official statement the extortions has arisen in many designated "peace zones" in different cities of the country meaning that   the next phase of the truce is in tangible danger. Quoting Justice and Security Minister David Munguia Payes "The gangs have already said that they are not going to stop extorting, because that is how they make a living, at least until they have an alternative way of making money." Is it true that the first phase of El Salvador's gang truce was in a sense a success, with homicides dropping more than 40 percent since it was agreed in 2012. What now is lacking is a practical response by the government in terms of works opportunities for the gang’s members.

mercoledì 6 marzo 2013

MS 13 Mara Salvatrucha evolution





What is really interesting to be put on the light and keeped in mind for time coming is the pattern of evolution followed by this quite new TOC (in the sense wrote on the Palermo 2000 -Convention on the Organized Crime-. It is following the same way of many others mafia-type organization such as the archetype Italian Sicilian Mafia. They are taking the best from the new routes of drugs trafficking, across the inland, then striving in a turf war with competitors and finally negotiating with the government. But what is even more interesting and at the same time challenging is the attempt to penetrate new international market.
From now on I will keep on eyes on it.
Thank you.
  
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...