giovedì 8 marzo 2012

Le spose dell'oppio

Tra le tante considerazioni, spesso retoriche ricorrenti in questa giornata, una la voglio aggiungere anch'io:
le donne nel mondo sono bistrattate. Poi però mi viene in mente una cosa seria: le ragazzine afghane vendute dal padre per pagare i debiti contratti dalla famiglia con i trafficanti d'oppio. La storia è semplice. Nelle province del sud ovest di quella terra i coltivatori sono costretti, anche dal fallimento di tutte le politiche di eradicazione occidentali in genere, a produrre e spesso anche a raffinare l'oppio. Il problema è che ( come accaduto in diverse epoche storiche) il contadino che non riesce a causa degli imponderabili elementi naturali a far fronte agli impegni presi finisce per indebitarsi. Il fatto è che prima di vendere la terra, diventare schiavi o coloni per un padrone, in questa terra si paga il debito vendendo ai trafficanti le proprie figlie. E tanto più piccolo sono tanto più valgono.
Dedicato a tutte le donne.